Il mondo si trova ad affrontare una pandemia di violazioni di diritti umani sulla scia del Covid-19

di António Guterres, segretario generale delle Nazioni Unite.

Il virus è stato usato come pretesto in molti paesi per reprimere il dissenso, criminalizzare le libertà e mettere a tacere le notizie.

Dall’inizio della pandemia di Covid-19 quasi un anno fa, era chiaro che il nostro mondo doveva affrontare molto più di un’emergenza sanitaria pubblica. La più grande crisi internazionale da generazioni si è rapidamente trasformata in una crisi economica e sociale. Un anno dopo, un altro fatto duro è tragicamente evidente: il nostro mondo sta affrontando una pandemia di violazioni dei diritti umani.

[…]

Difensori dei diritti umani, giornalisti, avvocati, attivisti politici – anche professionisti medici – sono stati arrestati, perseguiti e sottoposti a intimidazioni e sorveglianza per aver criticato le risposte del governo alla pandemia. Le restrizioni legate alla pandemia sono state utilizzate per sovvertire i processi elettorali e indebolire le voci dell’opposizione.

A volte, l’accesso alle informazioni salvavita Covid-19 è stato nascosto mentre la disinformazione mortale è stata amplificata, anche da chi è al potere .

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: