Sull’affidabilità dei tamponi molecolari – Parte II

I test di reazione a catena della polimerasi a trascrizione inversa (RT-PCR) possono rilevare l’RNA virale di SARS-CoV-2 nel tratto respiratorio superiore per una media di 17 giorni; tuttavia, il rilevamento dell’RNA virale non equivale necessariamente a infettività e la coltura virale da campioni del tratto respiratorio superiore positivi alla PCR è stata raramente positiva oltre i nove giorni di malattia

Virology, transmission, and pathogenesis of SARS-CoV-2

Il mondo si trova ad affrontare una pandemia di violazioni di diritti umani sulla scia del Covid-19

di António Guterres, segretario generale delle Nazioni Unite.

Il virus è stato usato come pretesto in molti paesi per reprimere il dissenso, criminalizzare le libertà e mettere a tacere le notizie.

Dall’inizio della pandemia di Covid-19 quasi un anno fa, era chiaro che il nostro mondo doveva affrontare molto più di un’emergenza sanitaria pubblica. La più grande crisi internazionale da generazioni si è rapidamente trasformata in una crisi economica e sociale. Un anno dopo, un altro fatto duro è tragicamente evidente: il nostro mondo sta affrontando una pandemia di violazioni dei diritti umani.

[…]

Difensori dei diritti umani, giornalisti, avvocati, attivisti politici – anche professionisti medici – sono stati arrestati, perseguiti e sottoposti a intimidazioni e sorveglianza per aver criticato le risposte del governo alla pandemia. Le restrizioni legate alla pandemia sono state utilizzate per sovvertire i processi elettorali e indebolire le voci dell’opposizione.

A volte, l’accesso alle informazioni salvavita Covid-19 è stato nascosto mentre la disinformazione mortale è stata amplificata, anche da chi è al potere .

Sull’affidabilità dei tamponi molecolari

Innanzitutto, ho bisogno di chiarire alcuni termini:

  • PCR è la metodologia di biologia molecolare che è dietro a quelli che in Italia sono diventati famosi come “tamponi molecolari”
  • Christian Drosten è un famoso virologo tedesco, responsabile per l’attuale workflow di testing per Covid-19 che è impiegato anche in Italia. La sua pubblicazione Detection of 2019 novel coronavirus (2019-nCoV) by real-time RT-PCR è alla base di tale workflow.
  • MERS è la sindrome respiratoria mediorientale da coronavirus, ed è una patologia causata dal coronavirus MERS-CoV, geneticamente imparentato (53%) col SARS-CoV-2 che causa il Covid-19.

Se oggi i testi PCR sono stati dispiegati a tappeto per “individuare e isolare persone infette” proprio in base alla pubblicazione di Drosten, ecco ciò che il virologo diceva della tecnica PCR durante l’epidemia di MERS:

Sì, ma il metodo [PCR] è così sensibile da poter rilevare una singola molecola genetica di questo virus. Ad esempio, se un tale agente patogeno viaggia sulla mucosa nasale in un’infermiera per un giorno senza che questa si ammali o si accorga di nulla, ecco che improvvisamente abbiamo un nuovo caso di Mers. Laddove venivano segnalati solo malati terminali in precedenza, i casi lievi e le persone effettivamente sane sono ora improvvisamente inclusi nelle statistiche di segnalazione. Ciò potrebbe anche spiegare l’esplosione del numero di casi in Arabia Saudita. Inoltre, i media locali hanno amplificato la questione in modo incredibilmente alto.

Tradotto da un’intervista al virologo del 2014. Traduzione del titolo dal tedesco: “Il corpo è costantemente sotto attacco da virus”.

Non si sa cosa abbia portato Drosten a è essere responsabile del più disastroso protocollo di testing mai dispiegato, ma una cosa è chiara: i test PCR, che è risaputo non sono test diagnostici, non sono affidabili e non andrebbero usati per fare ciò che stanno facendo, ovvero:

  • imprigionare persone sane in casa propria
  • terrorizzare il prossimo col numero di casi, il cui 95% è “asintomatico”, di cui solo una parte infinitesimale sarà in realtà presintomatica e quindi veramente infettiva

Non solo:

  • la pubblicazione di Drosten è stata approvata in Eurosurveillance dopo meno di 24 ore di revisione, quando il periodo di revisione (peer-review) medio di Eurosurveillance è tre mesi
  • la pubblicazione è stata revisionata esternamente da 22 scienziati che hanno trovato falle in abbondanza; hanno anche chiesto a Eurosurveillance di ritirare la pubblicazione di Drosten, ma, “caso strano”, non hanno mai avuto risposta. Se vi state chiedendo se è normale che è una rivista scientifica ignori così 22 scienziati, la risposta è: no, non lo è.
  • Drosten è ora sotto accusa da un grande studio legale che lo accusa di aver pubblicato informazioni false che hanno causato danni ai suoi assistiti, nonché a persone in tutto il mondo.

Questione morale

Da Cristiani, bisogna mettere a fuoco la questione e non lasciarsi prendere troppo dal dettaglio scientifico. Ci troviamo di fronte a:

Ecco perché il cristiano dovrebbe:

  • opporsi ogni qual volta vuole essere forzato a fare test contro la sua volontà
  • smetterla di credere alle menzogne
  • non alimentare il sistema andando volontariamente a testarsi senza aver alcun sintomo, etc.

Ci sono avvocati che si stanno occupando di difendere i nostri diritti in questo periodo di abusi incostituzionali e a breve pubblicherò un post con una lista di nomi e contatti.

Dov’è il vostro amore, la vostra compassione?

Da Cristiani, leggendo questa testimonianza, ditemi una cosa: come fate a continuare a sottomettervi sommessamente a regolarmente e leggi che stanno provocando più sofferenza del virus stesso? Da quando il Cristiano si è così allontanato dalla compassione e dall’amore di Cristo?

Vi prego di aiutarmi a condividere questo mio post. La gente deve sapere!! Vi ringrazio.❤Mia nonna due giorni fa é morta.Si era fratturata il femore il 30 Dicembre ed é stata ricoverata al Cardarelli dove le hanno fatto 2 tamponi a distanza di pochi giorni, entrambi risultati negativi. Dopo 9 giorni é stata operata (Gli anziani andrebbero operati di rottura al femore entro 48 ore per evitare complicanze). Post operazione ha dovuto effettuare un altro tampone prima di poter essere trasferita nel reparto di Fisiatria dove avrebbe fatto fisioterapia per recuperare la mobilitá della gamba. Suddetto tampone é risultato positivo, ma mia nonna era completamente asintomatica. A quel punto il 12 Gennaio l’hanno trasferita al Cotugno dove hanno iniziato la “Profilassi sperimentale Covid” somministrandole alla ceca antibiotici e cortisone e alte dosi di ossigeno tramite mascherina. Mia nonna continuava ad essere asintomatica. L’unico sintomo era una desaturazione dovuta ad un’anemia causata molto probabilmente dalla frattura e dall’operazione subita in ritardo e in piú dalla posizione ferma semi sdraiata che non permetteva un’adeguata ossigenazione. Mia nonna é risultata ancora positiva ai vari tamponi, nonostante fosse sempre asintomatica. Venerdí 5 Febbraio é risultata negativa. In tutto questo periodo la ferita chirurgica di mia nonna é stata trascurata, le hanno rimosso i punti in ritardo, é stata visitata da un fisioterapista solo due volte e non l’hanno mai cambiata di posizione regolarmente come andrebbe fatto nei pazienti di lunga degenza. Quindi mia nonna, essendo stata seduta nella stessa posizione per piú di 30 giorni, ha sviluppato una piaga da decubito.Domenica 7 Febbraio le hanno fatto un altro tampone perché i medici dicevano che erano necessari due tamponi negativi per poterla dimettere. Questo secondo tampone é risultato “parzialmente positivo/negativo” con “frammenti di virus”.Le mie zie il 9 febbraio alle ore 10 hanno parlato con un medico del Cotugno che ha confermato il trasferimento di mia nonna in una clinica riabilitativa quello stesso giorno alle ore 12. Mentre mia zia era in viaggio verso il Cotugno un secondo dottore al telefono le ha detto, alzando la voce in maniera spropositata, che non voleva firmare per il trasferimento. Quindi un medico era d’accordo a firmare ma un altro medico invece no. Le mie zie, giá pronte per essere coinvolte nel trasporto di mia nonna, con le valigie piene di farmaci e indumenti destinati a lei, sono state costrette a tornare a casa. É stato deciso da questo secondo medico che non verrá effettuato il trasferimento finché anche un secondo tampone risulterá negativo.Mia nonna intanto era convinta di poter uscire finalmente dall’ospedale per poter essere curata per ció di cui lei ha veramente bisogno: cura della piaga da decubito,fisioterapia e riabilitazione post operazione del femore.Intanto mia nonna continuava ad essere asintomatica. L’unico problema é che era anemica e ha iniziato ad avere un’emorragia rettale. Il giorno dopo un ulteriore tampone esce negativo e a quel punto la nonna viene trasferita alla clinica. Lí non riescono a curarla per la forte emorragia e quindi viene trasferita al San Paolo in reparto chorurgia dove le zaffano l’emorragia rettale. Dopo 1 giorno esce un tampone positivo e quindi trasferiscono mia nonna al reparto Covid del San Giovanni Bosco. Lí mia nonna inizia a peggiorare, l’emorragia continua, inizia ad essere ipoglicemica e non bastano le sacche di glucosio endovena per stabilizzarla. Il suo corpo ormai non reggeva piú. La notte tra il 15 e il 16 febbraio ha un arresto cardiocircolatorio e finisce la sua vita terrena. É andata a finire nella conta dei “morti Covid” perché positiva all’ultimo tampone effettuato. Non é stato possibile effettuare un’autopsia ed é stata cremata.Ho scelto di scrivere questo post come testimonianza per farvi capire che tutti gli anziani con patologie che sono morti nell’ultimo anno soli abbandonati, come mia nonna, non sono morti certo di Covid, sono morti assassinati da un governo e una “scienza” criminali con l’aiuto di medici e infermieri,alcuni innocenti e ipnotizzati e altri invece senza cuore. Mia nonna é morta sola, non siamo potuti stare vicino a lei nell’ultimo mese e mezzo della sua vita. Ma sono fiera di averla baciata e abbracciata fino all’ultimo momento in cui l’ho vista.❤ Non c’é cosa piú disumana e criminale che far pensare al mondo intero che baciare e abbracciare altri esseri umani sia fonte di pericolo e vada evitato. Mia nonna non ha mai avuto sintomi Covid e fino al 30 dicembre tutti noi in famiglia l’abbiamo baciata e abbracciata.I tamponi sono un’arma criminale. Danno falsi positivi e sono completamente inaffidabili. I professionisti sono stati ipnotizzati a tal punto da non essere piú capaci di distinguere un vero malato. Prima venivano isolati i pazienti con evidenti sintomi di patologie infettive. Oggi invece vengono isolati pazienti asintomatici positivi ad un tampone criminale e vengono sottoposti a terapie sperimentali inutili e dannose.Se non ve ne siete ancora accorti, stiamo assistendo ad un olocausto. Solo che non é piú cosí evidente come quello accaduto in passato, perché se cosí fosse stato la gente si sarebbe ribellata e non sarebbe stata mai complice di un tale massacro. Col terrorismo psicologico tramite i Media e gli anni di istruzione corrotta vi hanno convinto della Teoria dei germi, del contagio, dei microbi e dei virus “spregevoli assassini che invadono le nostre cellule”. Non c’é nulla di piú sbagliato in questi concetti. NOI SIAMO RICOPERTI DI MICROBI E VIRUS E LO STESSO VALE PER LA TERRA, L’ARIA, L’ACQUA, LE PIANTE, GLI ANIMALI. Senza virus e microbi questo sarebbe un pianeta sterile e senza vita. Ora decidete voi da che parte stare. Volete continuare ad esseri complici di un massacro e di una futura estinzione della razza umana? O volete risvegliarvi ed iniziare a creare insieme un mondo nuovo dove gli esseri umani vivono in armonia con microbi, virus, piante, alberi, animali etc.. ? Grazie

Post Scriptum

Nonostante sia stata forzata a “chiarire e ritrattare” spostandosi su un più vago “non si sa”, quanto affermato da Dr. Maria Van Kerkhove a giugno sembra esser rimasto vero: i dati non suggeriscono affatto che l’epidemia è causata principalmente da diffusione asintomatica. Il che confermerebbe le aspettative di tutti, come anche Fauci stesso disse “in tutta la storia dei virus respiratori di qualsiasi tipo, la trasmissione asintomatica non è mai stata la causa di focolai”. Le pubblicazioni usate di solito [1, 2, 3, 4, 5, 6] per giustificare la diffusione asintomatica sono tutte state contestate da diversi esperti. La stessa diffusione presintomatica sembra avere ruolo marginale [7, 8]. Infine, pubblicazioni recenti suggeriscono esplicitamente che la diffusione asintomatica è minima se non addirittura inesistente [9, 10, 11].

Ricordiamo inoltre che la rilevazione di RNA virale per mezzo di PCR non equivale a infettività

Conte un Signore? Anche Satana si traveste da angelo di luce

Non c’è da meravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce.

2 Corinzi 11:14
Image credits

Il fatto che Giuseppe Conte abbia l’apparenza di un signore, non vuol dire che lo sia.

Mai eletto da nessuno, si è reso autore delle più grandi violazioni costituzionali della storia della Repubblica Italiana. Conte è riuscito laddove altri leader occidentali non pensavano si potesse mai riuscire in occidente.

Lockdown nazionale

Conte ha imposto un lockdown nazionale totalmente anticostituzionale (nonché assolutamente inutile e a-scientifico), in quanto strumento totalitario fino ad allora relegato a paesi governati da dittature, come la Cina. A tal proposito, il professore britannico Neil Ferguson (lo stesso che sbaglia predizioni epidemiche da 20 anni a questa parte, e nonostante ciò viene ancora ascoltato) ha detto:

[China is] a communist one party state, we said. We couldn’t get away with it in Europe, we thought… and then Italy did it. And we realised we could.

Neil Ferguson

ovvero

La Cina è un stato comunista con un solo partito, ci siamo detti. Non avremmo potuto passarla liscia in Europa, pensavamo… e poi l’Italia l’ha fatto. E ci rendemmo conto che potevamo.

Neil Ferguson

Distruzione di libertà costituzionali

  1. Ha criminalizzato atti del tutto normali, cosa che non accadeva dai tempi del fascismo. Per esempio, il normale diritto di riunione e associazione (sancito anche dalla costituzione europea) è stato etichettato come assembramento, un termine che non si usava in questo modo nel quotidiano dai tempi del fascismo, e che indica un raggruppamento con fini ostili, sospetti o sconosciuti (Devoto-Oli 2020). Tale termine trova posto solo in uno stato di dittatura, poiché sono le dittature che temono l’associazione libera di persone e di idee.
  2. Ha quasi del tutto annullato il diritto al lavoro.
  3. Ha istituito coprifuoco incostituzionale. Rimanendo in tema, il tribunale internazionale dell’Aja ha appena sentenziato che il coprifuoco in Olanda deve essere revocato. Secondo il giudice dell’Aja, il coprifuoco costituisce «una violazione di vasta portata del diritto alla libertà di movimento e alla privacy».
  4. Lo stesso stato d’emergenza è illegittimo
  5. Ha imposto mascherine a scuola a bambini piccoli senza alcuna base scientifica. Infatti, come si è scoperto di recente, ha fatto ciò andando contro i dati forniti dal CTS, infliggendo così danni ai poveri piccoli.

Conte ha sostanzialmente governato illegittimamente a colpi di editti chiamati DPCM per l’ultimo anno.

Antonio Baldassarre: “Dpcm in tutto incostituzionale”

alternate text

Già nell’Aprile del 2020, l’ex presidente della Corte Costituzionale aveva detto chiaramente che

“Limitare le libertà con un Dpcm, è un atto, in tutto, incostituzionale … Inoltre la limitazione ai ‘congiunti’ è “discriminatoria ed illegittima”

Antonio Baldassarre

Ad oggi, non è cambiato nulla. Diverse sentenze hanno riscontrato gli stessi problemi in quest’ultimo anno:

Orgoglio mal riposto

Diverse chiese si sono dette orgogliose di essere ligi alle regole di “gestione pandemica”. Principalmente parliamo dell’adesione a regole quali:

  • obbligo di mascherina a chiunque
  • obbligo di distanziamento
  • obbligo di tenere un registro dei presenti, per facilitare il tracciamento in seguito a un focolaio

Se guardiamo al documento dell’OMS Non-pharmaceutical public health measures for mitigating the risk and impact of epidemic and pandemic influenza [pdf] (ultimo aggiornamento nel Settembre 2019, poco prima della c.d. pandemia Covid-19) vedremo che le seguenti misure non sono mai raccomandate, quale che sia la gravità della pandemia:

  • Tracciamento contatti
  • Quarantena delle persone esposte
  • Controlli di entrata e uscita (es. temperatura, etc.)
  • Chiusura delle frontiere

Per chi sta per sollevare opposizioni perché il documento è stilato per “pandemie influenzali”, è bene chiarire subito che una pandemia da coronavirus ricade sotto questa categoria. Nella fattispecie, ricade nella categoria “gravità moderata”.

Si noti, dunque, che proprio quelle regole che molti nelle chiese sembrano essere fieri di seguire alla lettera, sono le stesse regole che l’OMS stesso fino alla fine del 2019 non raccomandava fosse anche una pandemia di gravità straordinaria.

Perché?

La prima domanda da farsi è: perché? Perché l’OMS non le raccomandava? Eppure nei paesi asiatici alcune di queste pratiche erano state già dispiegate in passato.

Il motivo è semplice: l’OMS include paesi occidentali. E nei paesi occidentali noi abbiamo due cose che i paesi asiatici in genere non hanno:

  • costituzioni
  • diritti umani

Le misure NPI non raccomandate dall’OMS se implementate violerebbero ogni costituzione occidentale, nonché la Dichiarazione Universale dei Diritti dell’Uomo.

Come dite?

Come dite? Le hanno implementate? Eh, lo so. Ed è quello il problema. Diverse sentenze in Italia hanno riconosciuto sia lo stato di emergenza che i susseguenti DPCM illegittimi (es. [1]). Conclusioni simili sono state tratte in svariati stati occidentali.

Chiarimento

Ora, sia chiara una cosa: la ragione per cui, da Cristiani, dovremmo essere oltraggiati dall’implementazione di misure anticostituzionali non è per la costituzione in sé. Né la costituzione né la carte dei diritti dell’uomo avrebbero nessun reale valore oggettivo se le libertà e i diritti ivi codificati non fossero difendibili biblicamente. Non è questa la sede di uno studio biblico volto a tale fine, ma il punto resta: queste misure, in quanto incostituzionali e in quanto in violazione di diritti umani, sono di conseguenza in contrasto con principi biblici.

Il problema di fondo è che queste misure ci spingono a trattare il nostro prossimo in maniera del tutto opposta ad ama il tuo prossimo come te stesso. Il fulcro risiede nel problema della libertà personale: questa è talmente inviolabile che Dio stesso non la vìola, ma lascia ognuno libero di scegliere, per quanto contro i propri stessi interessi, di schierarsi contro Dio.

Se Dio concede tale libertà all’uomo, chi siamo noi per decidere che fare altrimenti è fare meglio di Dio? Nessuno. Siamo nessuno.

Conclusione

In conclusione, i Cristiani che si gloriano nell’ubbidienza perfetta di queste regole di gestione pandemica, se da un lato hanno buone intenzioni, dall’altro mostrano la loro totale incapacità di discernimento, finendo, a tutti gli effetti, col servire regole malvagie che attaccano una delle caratteristiche che definiscono l’essere umano più profondamente: la libertà personale.